Area Sanitaria2018-11-02T14:58:25+01:00

L’Area Sanitaria si occupa del coordinamento delle attività sanitarie svolte dalle Avis sul territorio provinciale.

La selezione dell’aspirante donatore, la raccolta di sangue e plasma, l’idoneità al prelievo, le visite periodiche di controllo ai donatori sono le attività che possono essere svolte dalle Avis e per le quali è necessario garantire formazione e aggiornamento costanti, linee guida operative condivise e uniformi, scambio e confronto fra gli operatori addetti.

L’area sanitaria fornisce inoltre ai propri medici e volontari indicazioni di indirizzo per le politiche sanitarie educative e informative: sani stili di vita, responsabilità dei propri comportamenti,  sessualità consapevole, alimentazione corretta, meccanismi di dipendenza dalle sostanze stupefacenti, informazione sui nuovi virus, malattie a trasmissione ematica.

Da qualche anno il tema dell’accreditamento delle Unità di raccolta sangue sul territorio ha determinato un’esigenza specifica di adeguamento dei locali dedicati, di formazione del personale che vi opera, di applicazione delle procedure per tutte le fasi operative.

L’area sanitaria lavora per la creazione di una rete locale che sia un punto di riferimento e di condivisione per i medici responsabili e/o impegnati nelle diverse attività, e per garantire la qualità dei servizi e delle azioni che Avis provinciale promuove.

110, 2021

Green pass obbligatorio per personale amministrativo e volontari Avis

by |1 Ottobre 2021|0 Commenti

Dal 15 ottobre scatta l'obbligo anche nelle associazioni di volontariato per entrare nelle sedi e salire sui mezzi Dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021 (termine di cessazione dello stato di emergenza) il possesso e [...]

1701, 2022

Variante Omicron, le nuove misure di sicurezza per i donatori

by |17 Gennaio 2022|0 Commenti

Dall’anamnesi all’isolamento, ecco quali sono le raccomandazioni del CNS in riferimento alla circolare del ministero della Salute Rafforzare l’anamnesi per identificare i donatori che hanno avuto contatti con casi sospetti di Covid-19 e ammetterli alla donazione solo [...]

Torna in cima