Cerchiamo medici e infermieri che vogliano lavorare nei nostri centri prelievo, facendo un’esperienza di crescita professionale in un contesto ricco di valori: solidarietà, universalità delle cure, senso della comunità.

La pandemia ha acutizzato il problema, ma c’era già da qualche tempo: i nostri centri raccolta faticano a trovare personale medico e infermieri per la raccolta di sangue e plasma. Sembra un paradosso, ma i cali nella raccolta sono a volte dovuti proprio a questo: non mancano le donatrici e i donatori, ma le figure abilitate a eseguire le procedure per la donazione. Appunto, i medici e gli infermieri.

Le strutture sanitarie hanno arruolato un numero straordinario di medici e infermieri da impiegare nelle vaccinazioni e si è registrato un elevato numero di assunzioni e stabilizzazioni di queste figure professionali in tutta la regione. Sono molto importanti sia l’estensione della copertura vaccinale dei cittadini, sia che la sanità pubblica si rafforzi e dia stabilità a tanti giovani professionisti. Ma l’effetto è che la carenza di professionisti sanitari genera un significativo problema ai punti di raccolta associativi.

Vogliamo in tutti i modi scongiurare la possibilità che Avis si trovi costretta a ridurre la sua attività di raccolta di sangue ed emocomponenti mettendo in difficoltà il sistema trasfusionale nella nostra regione. All’enorme disponibilità del personale sanitario che opera nelle nostre sedi dobbiamo aggiungere nuove forze, entusiasmo, passione.

Rivolgiamo dunque un invito a tutti i nostri donatori che già svolgono attività sanitaria in altre strutture, ai giovani medici e infermieri e a coloro che sono già in pensione perché ci contattino per un colloquio nelle nostre sedi di raccolta e diano la loro disponibilità a collaborare, anche per poche ore settimanali.

I requisiti richiesti sono l’abilitazione medica e infermieristica (altre figure professionali sanitarie non possono operare nelle sale prelievo), un ciclo vaccinale completo contro il covid-19, la disponibilità a eseguire una breve formazione specifica e l’eventuale disponibilità a spostarsi tra le sedi.

Per maggiori informazioni e per presentare la propria candidatura, è possibile contattare la propria Avis di riferimento oppure scrivere a info@avisre.it

Grazie per l’aiuto che vorrete darci con la vostra professionalità. Vi aspettiamo!

image_pdfSalva PDFimage_printStampa