Coronavirus, al via uno studio della Regione che coinvolgerà donatori e pazienti che hanno contratto l’infezione

Dopo la Lombardia, anche in Emilia-Romagna prende il via lo studio per valutare la fattibilità di un percorso di produzione di plasma, la componente liquida del sangue, da pazienti e donatori che hanno contratto l’infezione da SARS-CoV-2 sviluppando poi gli anticorpi.

A tale scopo, l’Avis Provinciale di Reggio Emilia si è attivata inviando a tutti i suoi donatori il seguente messaggio:
“Se hai avuto Covid documentato negli ultimi 60 giorni (e sei guarito) chiama il 0522304033, lun-ven 8:30-13:00;13:30-17:30 – sab 8:30-12:30, per eventuale donazione. Grazie!”

I donatori Avis che si renderanno disponibili verranno prenotati per la donazione di plasma. Nel corso della donazione verrà eseguito un test per la ricerca degli anticorpi anticovid; se tali anticorpi saranno presenti e in numero elevato, il plasma verra immagazzinato come plasma iperimmune ed eventualmente utilizzato per la terapia di ammalati di covid 19, se il tasso di IgG* sarà troppo basso, il plasma verrà comunque utilizzato per la cura di altre patologie.

Nota bene: la ricerca è rivolta ai soli donatori uomini. Non è consentita la donazione di plasma per uso Clinico a donne che abbiano avuto gravidanze portate a termine o meno, per la prevenzione della TRALI, grave patologia respiratoria dovuta al possibile sviluppo di anticorpi in gravidanza. Pertanto, tutto il plasma femminile da sempre è dedicato alla lavorazione industriale per cui, le donatrici, non possono essere coinvolte nello studio del plasma iperimmune poiché, anche se non sanno di avere avuto gravidanze, è possibile che abbiano avuto aborti anche misconosciuti per cui rappresentano comunque un rischio per il ricevente.

*Le immunoglobuline G (IgG) sono un tipo di anticorpi, cioè molecole coinvolte nella risposta immunitaria dell’organismo umano. Sono sintetizzate dai linfociti B, e più precisamente dalle plasmacellule, e sono le immunoglobuline più presenti nel sangue, linfa, fluido cerebrospinale e peritoneale.

Grazie di cuore per la fondamentale collaborazione

Leggi anche: i donatori possono uscire per donare

Leggi anche: plasma iperimmune, facciamo chiarezza

image_pdfSalva PDFimage_printStampa